un mese dopo…

DSCF0045.JPG

Accipicchia, questo non me l’aspettavo… che sta succedendo?

Ormai sono qui da un mese e mi sento a casa, completamente a mio agio. Sono libera di andare e venire come e quando voglio.

Ci credi, se ti dico che non ho ancora incontrato un cane? Forse non li lasciano entrare in paese… Boh, ci sarà una specie di dogana e li rimanderanno indetro…

I miei umani sono sempre “a portata di mano”… Quando rientro, li vedo attraverso il vetro, non ho bisogno di piangere e lamentarmi per entrare in casa, mi aprono subito! E anche quando c’è la porta chiusa, non mi spavento, rimango tranquilla sdraiata in veranda e pazientemente aspetto. Non ci sono nemmeno le scale da fare per entrare in casa! Che figatta!

Non temo nemmeno più i gattacci del quartiere. Non ho fatto amicizia, ma almeno mi lasciano tranquilla. 

C’è quell’antipatica gatta del piano di sopra… non la sopporto proprio, con quell’aria da ”gattamorta”  e con quel collarino rosa… gironzola intorno alla casa con mille moine e, sfacciatissima, senza chiedermi se sono d’accordo, entra, si fa un giro nelle stanze e tenta di fregarmi il cibo… ma basta che mi faccio vedere, soffio un pochino e lei se ne va con la coda tra le zampe.

Mi ha fatto ricordare la Duchessa, la gatta dei vicini di casa dove stavamo prima. Anche lei aveva questa pessima abitudine, di entrare con prepotenza per mangiare i miei bocconcini. 

A proposito di cibo. Questo devono proprio spiegarmelo…. continuano a cambiarmi il posto a tavola. Una volta lo trovo nell’angolo a sinistra, un’altra vicino al mobile in cucina, un’altro ancora… sopra ad un mobiletto. Insomma decidetevi! Non so mai dove trovare il mio vassoietto! 

Devo lamentarmi anche di un’altra cosa: non riesco più a servirmi da sola dei croccantini… uffah, è così bello essere indipendenti e magiarne a volontà e quando decido di fare uno spuntino!

Aspetta, aspetta… ho avuto un’illuminazione! Dai, ma che carini… sì, sì. è sicuramente così… mi cambiano sempre il posto del cibo perchè vogliono che io giochi con loro alla caccia al tesoro!!!!

C’è un’altra cosa poco piacevole. Proabilmente ho sviluppato qualche tipo di allergia, perchè quando sto tanto nei prati o mi sdraio sotto gli alberi, poi mi gratto in continuazione come una matta… se va avanti così dovrò rassegnarmi a sottopormi a qualche trattamento o farmi dare qualche intruglio… tanto se è schifoso, lo sputo!

A parte queste cosucce, è’ così bello qui! Che pace! Che meraviglia!

Però, dicevo…  sta succedendo qualcosa. Da qualche giorno c’è un movimento strano qui intorno. Non mi piace. Mi disturba. Dovrò stare all’erta.

Cosa sono tutte quelle macchine? E cosa vogliono tutti quei bipedi umani che non ho mai visto prima, che parlano sempre con i miei? Cos’avranno da raccontarsi per parlare così tanto? 

E da dove sono spuntati quei nuovi musi felini? possibile che ne siano arrivati altri? E no! Si sbagliano di grosso se credono di impossessarsi dal mio territorio!

Per festeggiare il primo mese ho portato un bellissimo regalo a Marju. Ho capito che lei non gradisce le cavallette e le lucertole, che invece a me piacciono tanto… allora le ho portato un bel passerotto. Chissà perchè si è messa a brontolare. Credo, però, che abbia apprezzato molto il mio dono, perchè l’ha preso e maneggiato con cura e l’ha riposto… non ho visto bene dove… come fa con le cose a cui tiene molto. Poi mi ha fatto una carezza sulla testa e ha sussurrato per ben 3 volte con tono amorevole: “Sissy…Sissy… Sissy…”

Da quando siamo qui, loro, i miei due, sono più simpatici, sono meno stressati e andiamo molto d’accordo. Siamo proprio una bella famiglia! Sono proprio contenta.

Bene. Questa è l’ultima volta che mi racconto in prima persona sul blog. Mi sono stancata. Queste sono cose da umani…  Io la mia parte l’ho fatta, quello che dovevo dire l’ho detto. Ci tenevo a fare l’ultimo resoconto a distanza di tempo. Ora, miei cari, arrangiate voi!

Miaoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!  Sissy :-)

Un pensiero su “un mese dopo…

Lascia un Commento